CHI SIAMO

Cos’è l’A.SI.FF. e quando nasce?

Il maestro Agatino Grillo si occupa di falconeria sin dal 1980, l’amore per questi misteriosi indomabili animali lo accostarono alla difficile arte della falconeria. Per anni si è impegnato a raccogliere nozioni ed acquisire tecniche e addestramento di altre culture, nonché alla costruzione di attrezzature specifiche.

L’impresa è stata difficile a causa dell’estinzione dei falconi ma soprattutto dell’arte della falconeria praticata nel mondo da pochi seguaci.

Oggi per merito dell’ A.SI.F.F. la falconeria sta ottenendo in Sicilia un numero sempre più in crescita di appassionati, infatti “tutti” coloro che si sono accostati direttamente o indirettamente alla falconeria lo hanno fatto grazie all’attività dell’ A.SI.F.F.,attraverso le varie rievocazioni medievali che sono celebrate in vari Comuni dell’isola facendo così apprezzare a tutti il contatto con le nostre tradizioni ormai lontane nei tempi.

L’A.SI.F.F. nasce come Accademia nel 1994 in occasione di un’importante festa medievale che ogni anno si svolge nel Comune di Motta S. Anastasia (CT) dove vari rioni rievocano con arte esemplare un medioevo affascinante e misterioso. All’epoca l’accademia portava il nome di ” Gruppo Falconieri di Motta S. Anastasia ” e fu subito contattata dopo l’esibizione dalla grande Scuola Toscana. Iniziò così la partecipazione a varie manifestazioni in ogni parte d’Italia e all’estero divulgando la grande passione di Federico II di Svevia.

Inoltre i falconi vengono utilizzati per tenere “sgombri” da uccelli gli spazi attorno agli aeroporti, nell’agricoltura biologica si sta iniziando ad impegnare i rapaci per una lotta “naturale” ai predati.

L’A.SI.F.F. è specializzata nel progettare e monitorare una qualsiasi azione di pronto intervento all’interno degli aeroporti.

Da tutto ciò gli ecosistemi traggono giovamento, dal recupero di una presenza equilibrata di specie un tempo presenti significatamene ed oggi ridotta a pochi esemplari.

Sin da ragazzo, AGATINO GRILLO nutre una forte passione per lo sport e la fauna, prestando particolare attenzione al fascino che emanano i Falchi e i Serpenti che giorno dopo giorno si trasformò in una vera ricerca per salvaguardare e “convivere” in perfetta simbiosi con le due razze.

Dopo aver conseguito il diploma di geometra, presta servizio di leva presso la Scuola Centrale Anti-incendi di Roma denominata “Capannelle”.

Durante questo corso consegue il brevetto si “Sommozzatore Profondista” e un brevetto di nuoto per salvataggio. Alla fine dei tre mesi di corso, conclude i saggi finali con il massimo dei voti e con le lodi degli ufficiali per aver dimostrato forza, coraggio e destrezza nelle varie azioni di estremo soccorso.

Dopo i tre mesi viene trasferito al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Catania con la qualifica di Vigile Volontario di leva del 80° corso dove gli sono attribuiti i seguenti elogi : Incendio e Recupero serpenti.

Per molti anni rimase vigile volontario e nel frattempo conseguì il Diploma di Laurea come “Tecnico di Radiologia Medica con specializzazione per T.C. e R.S.M.

Successivamente vince il concorso di ruolo in uno degli Ospedali più importanti di Catania ” Vittorio” dove ancora oggi continua a svolgere attività lavorativa tra le sale operatorie di Traumatologia e dipartimenti d’urgenza, continuando ad aggiornarsi con corsi di tipo nazionale.

La passione per i falchi nacque durante il servizio di leva dove si allenava nella palestra del Comando dei Vigili del fuoco di Catania nella categoria sollevamento pesi media taglia. Nel 1980 comincia a gareggiare a livello regionale e nazionale. Nel 1992 vince il 1° Gran premio d’Italia di alzate di potenza. Successivamente partecipa a numerose gare di Body Building piazzandosi sempre tra i primi posti, allenandosi e curando attentamente la gestione della propria palestra ,Body Energy. In questo periodo, nonostante gli impegni di lavoro e sportivi rimane incantato alla vista di un falco che egli stesso trova ferito in un sentiero, da quel momento fu amore a prima vista perché sino ad oggi il maestro Agatino Grillo dedica la maggior parte della propria vita a questi “indomabili” animali che lui definisce “tigri con le ali”.